Il trapano elettrico è una macchina elettroportatile destinata a forare tutti i tipi di materiale, a condizione che risponda a certi criteri tecnici e che sia utilizzata in base al lavoro da eseguire, scegliendo accuratamente le punte, la velocità e il metodo di foratura.

        L'ideale è disporre di una macchina dotata di variatore elettronico della velacità, che consente il perfetto adattamento al materiale da forare.

        Quanto più la potenza è elevata, tanto più il trapano è efficace. Numerosi modelli sono dotati della funzione di percussione, indispensabile per forare muratura e cemento. Taluni modelli, inoltre, presentano peculiarità aggiuntive, quali: impugnatura laterale, asta di profondità graduata, invertitore del senso di rotazione, avviamento progressivo, disinnesco automatico in caso di sovraccarico... ecc.





Tecniche di perforazione
Per fare un foro di una profondità ben stabilita, utlizzare la giuda di profondità del trapano. Mantenere la stessa angolazione di perforazione nel corso dell'operazione.
Perforazione della piastrella
fonte: Castorama
Segare con la sega a mano     -     Segare con il seghetto alternativo     -     Segare con la sega circolare

Affilare      -      Piallare      -      Levigare      -      Fresare      -      Forare      -      Maschiare e filettare

Saldare con il saldatore       -       Saldare ad arco       -       Saldare con la fiamma
        Le caratteristiche tipiche di un trapano elettrico sono:

  • Potenza: tra 400 e 1.200 watt;
  • Diametro del mandrino: tra 10 e 32 mm. (ma i trani di uso comune hanno un mandrino da 10 o 13 mm);
  • Funzionamento ad energia elettrica oppure a batteria (quest'ultimo consente di lavorare ovunque, senza il vincolo del cavo elettrico);
  • Velocità fissa oppure regolabile (manualmente o elettronicamente).
  1. Avviamento / arresto (on/off)
  2. Leva di velocità
  3. Invertitore del senso di rotazione
  4. Commutatore di percussione
  5. Leva di demoltiplica della velocità
  6. Asta graduata di arresto di profondità
  7. Pulsante di bloccaggio della funzione on/off
        Particolari tipi di trapano sono:

  • Il trapano impastatore, caratterizzato da potenza non inferiore ai 1.000 watt ed utilizzato per la miscelazione e/o l'impastamento di prodotti di edilizia. E' dotato di opportuna "frusta" ad elica. La potenza è relazionata al lavoro da eseguire: la miscelazione di colori e pitture richiederà una potenza inferiore rispetto all'impastamento di malte e cementi.
  • Il trapano demolitore, caratterizzato dalla possibilità di poterne selezionare il funzionamento in: solo velocità, velocità+percussione, sola percussione. Quest'ultima funzione è utilissima, p.es, per l'asportazione di pavimenti e rivestimenti.
Le punte da utilizzare

        Le punte per legno sono in vanadium cromato (CR-V); le punte per metalli sono in acciaio rapido (HSS); le punte per cementi sono munite di una "pastiglia" al carburo di tungsteno.
Per eseguire una foratura di precisione nei piccoli pezzi di legno o metallo, utilizzare il trapano fisso montato su un supporto verticale (trapano "a colonna").
La foratura del legno
Tracciare la posizione del foro con una croce e mettere la punta al centro della traccia. Forare appoggiandosi con moderazione, tenendo la parte decorativa del pezzo al di sotto.
Come evitare le schegge e l'uscita dal foro
Procedere in due tempi: forare da una parte fin quando l'estremità della punta non compare dal lato opposto. Quindi, girare il pezzo e finire la perforazione dall'altro lato.
Mettere un pezzo di legno tra il pezzo da forale ed il tavolo. Per i buchi di grande diametro, utilizzare una sega a tazza (o sega a campana).
La foratura del metallo
Segnare il punto dove và fatto il foro con un punteruolo e posizionare la punta sull'impronta. Forare con pressione regolare.

Salvo che per i buchi di diametro pari o inferiore a 5 mm, lubrificare la punta durante la perforazione, con:
-paraffina, per il rame
-olio, per l'acciaio dolce
-acquaragia, per l'alluminio

Per i buchi profondi, diminuire la pressione esercitata sul trapano al fin d'evitare che la punta si blocchi al momento dell'uscita.
Per evitare sbavature, mettere una zeppa di legno sotto la lamiera.
Perforazione della muratura
Mettere il trapano in posizione di "percussione". Eseguire il punto di foratura con un punteruolo. Mettere la punta della pastiglia di carburo nel segno delpunteruolo.
Per ottenere un buco ben calibrato, eseguire un primo buco di diametro inferiore di 3 o 4 mm.: servirà da guida alla punta successiva.
Posizionare l'estremità della punta al carburo di tungsteno al centro del tracciato della croce, fatta con un pennarello.
Con un trapano dotato di variatore di velocità, iniziare a forare alla velocità più lenta possibile. Con un trapano sprovvisto di variatore, far ruotare manualmente più volte il mandrino, per iniziare il foro nello smalto della piastrella.
Forare con una pressione controllata.
Per le altre schede, clicca sui seguenti pulsanti numerati
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
Come utilizzare gli attrezzi e gli utensili
8: Forare con il trapano
Cerca subito la parola
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
Condividi su Facebook
Condividi questa pagina
Aggiungici ai tuoi contatti