Gli infissi, elementi di primaria importanza per qualunque architettura, si possono suddividere per tipologia (finestra, portafinestra, persiana, porta) e per materiale in cui sono costituiti (legno, alluminio, ferro, pvc... o combinazione di due materiali, p.es. legno-alluminio).
Cerca subito la parola
1: Caratteristiche, tipologie e materiali
Gli infissi
Per le altre schede, clicca sui seguenti pulsanti numerati
1
2
3
4
Caratteristiche e materiali degli infissi     -     Finestre     -     Vetrate isolanti     -     Vetrate isolanti "evolute"     -     Persiane     -     Porte
        Le funzioni fondamentali degli infissi sono:
  • Consentire il passaggio di aria e luce (specie per finestre e portafinestre. E, a tal riguardo, si evidenzia che il D.M. Sanita del 5/07/1975, all'art.5, stabilisce che "...la superficie finestrata apribile non dovrà essere inferiore a 1/8 della superficie del pavimento" (ulteriori informazioni CLICCANDO QUI);
  • Consentire il passaggio tra più ambienti, che, nel caso di finestra e portafinestra sono costituiti tra interno ed esterno di un'abitazione, di un locale, o quant'altro...; mentre, nel caso di porta, può trattarsi di passaggio tra più ambienti p.es. di un'abitazione o di un ufficio... oppure di comunicazione tra un locale interno e lo spazio esterno, p.es. la porta di un garage o la porta d'ingresso all'immobile.
        Mentre per gli infissi interni il requisito essenziale da rispettare è il buon isolamento acustico, per gli infissi esterni, i requisiti da rispettare sono:
  • Ottimo grado di isolamento termoacustico, limitando la trasmissione del calore per conduzione, e dei rumori;
  • Regolare il passaggio della luce naturale (oscurabilità);
  • Regolare l'irraggiamento solare (schermatura);
  • Consentire una vista senza distorsioni dell'esterno;
  • Evitare la formazione di condensa e la stagnazione dell'acqua;
  • Sicurezza e privacy.
Terminologia delle parti di un infisso
        In linea generale, e con riferimento alla figura sottostante, un infisso è caratterizzato dalle seguenti parti:
  1. vano: apertura lasciata nel muro per disporre l'infisso;
  2. stipite: parte verticale del vano;
  3. architrave: parte orizzontale superiore del vano;
  4. davanzale: parte orizzontale inferiore del vano di finestra;
  5. battuta: contorno del vano per inserire l'infisso;
  6. controtelaio: insieme dei profilati fissi che assicurano il "collegamento" tra la parte muraria e l'infisso;
  7. telaio mobile: l'insieme dei profilati che costituiscono la parte mobile dell'infisso;
  8. anta o battente: parte mobile dell'infisso, composta dal telaio e dal tamponamento;
  9. tamponamento: pannello in vetro, legno, alluminio o altro materiale, inserito nel telaio mobile;
  10. montante: profilato che costituisce l'elemento verticale del telaio;
  11. traverso: profilato che costituisce l'elemento orizzontale del telaio;
  12. gocciolatoio: profilo orizzontale, avente lo scopo d'impedire l'infiltrazione d'acqua;
  13. listello rompitratta: ogni elemento intermedio di suddivisione dell'infisso (avente funzione irrigidente);
  14. righello fermavetro: elemento che serve per il fissaggio del tamponamento di vetro al telaio;
  15. cassonetto: alloggiamento orizzontale o verticale per il contenimento dei dispositivi di manovra, di sospensione, ecc, e delle attrezzature complementari (persiane avvolgibili, veneziane, ecc);
  16. ferramenta: insieme dei pezzi metallici impiegati come elementi di montaggio, di movimento e di manovra dell'infisso (maniglie, paletti, perni, ganci, cerniere, serrature, ecc.);
  17. giunto di tenuta: elemento elastico, posto tra i profili delle parti mobili e fisse dell'infisso;
  18. imbotte: rivestimento di stipiti in muratura.

9) Tamponamento
7) Telaio mobile
10) Montante
1) Vano
2) Stipite
5) Battuta
12) Gocciolatoio
14)
6) Controtelaio
11) Traverso
Telaio
3) Architrave
16) Ferramenta
Mostra o
Coprifilo
Anta a battente
Zoccolino
15) Cassonetto
4) Davanzale
Materiali impiegati per gli infissi
        Come si è già accennato, i principali materiali utilizzati per la realizzazione degli infissi sono: legno, alluminio, ferro e pvc.
        Estrema importanza riveste, nelle finestre e portafinestre, la scelta delle vetrate, specie di quelle isolanti, al fin di ottenere un basso valore di trasmittanza termica, per cui consigliamo anche di leggere la pagina "Vetrate isolanti" disponibile CLICCANDO QUI, nonchè la pagina "Trasmittanza termica degli infissi" disponibile CLICCANDO QUI.
Infissi in legno
        Il legno utilizzato per gli infissi dev'essere di prima scelta, ovvero senza nodi e con fibratura regolare. Le essenze maggiormente utilizzate sono, in base alle esigenze da soddisfare ed in relazione al budget a disposizione: pioppo, pino, castagno, abete, larice, rivere, faggio, pino, mogano, douglas, noce e palissandro.
        Se i legni utilizzati non sono ben stagionati, o se gli spessori dei telai sono insufficienti, gli infissi possono presentare il fenomeno dell'imbarcamento, per cui la chiusura risulta difficoltosa ed imperfetta. Per arginare tale problema, è necessario predisporre almeno 3 cerniere per ciascun infisso (eventualmente aggiungendone altre in relazione all'altezza), oltre agli appositi "paletti" per bloccare le ante secondarie o semifisse.
        Il telaio delle finestre è sottoposto durante la lavorazione a un processo di essiccazione, contro l’umidità e a un trattamento con resine impermeabili ai raggi del sole, che consente di stabilizzare il grado di umidità interna. Il legno è un ottimo isolante termico e acustico, è un materiale esteticamente sempre apprezzabile, ma proprio per questo costoso. Con le lavorazioni moderne a cui viene sottoposto il legno, si possono ottenere finestre resistenti ai raggi ultravioletti e alle intemperie, oltre che a parassiti e batteri. Per proteggere al massimo la struttura in legno, questa viene trattata con vernici alla fine della lavorazione; per evitare di nascondere la bellezza naturale del materiale, motivo principale della scelta del legno, si scelgono vernici trasparenti.
        A seconda dell’essenza scelta, i telai in legno possono essere in massello o in lamellare. Quest'ultimo è un materiale composto da strati di sottili tavole di legno, che costituiscono le lamelle appunto, spesso 50 mm circa. Tali lamelle sono legate tra loro da collanti e permettono di costituire una struttura in grado di resistere a sollecitazioni meccaniche di vario genere.
        Se gli infissi di legno sono eseguiti a regola d'arte, non danno luogo ad inconvenienti, a patto di averne un'accurata manutenzione annuale o biennale. Per effetto dei naturali movimenti di assestamento del materiale infatti, soprattutto nei primi anni, il sistema di aggancio dell’anta al telaio può allentarsi e va quindi aggiustato registrando le cerniere e lubrificando la ferramenta. Inoltre, gli infissi vanno riverniciati ogni 4 o 5 anni, o anche più spesso se sono molto esposti al sole. La pulizia và eseguita utilizzando detergenti neutri, poiché acidi e abrasivi possono rovinare il legno.
Infissi in alluminio
         I continui miglioramento tecnologici hanno dato un notevole impulso alla produzione di infissi in alluminio (in particolare ai profilati estrusi anticorodal), già attestatasi nei decenni precedenti per installazioni di grandio dimensioni (infissi a tutta parete, vetrate luminose, ecc). Oggi, l'impiego di infissi in alluminio è praticamente diffusissimo, grazie agli innegabili pregi:
  • indeformabilità degli elementi;
  • resistenza e leggerezza;
  • facilità di lavorazione;
  • assenza o comunque notevole limitazione di ossidazioni pericolose;
  • possibiltà di creare finiture cromatiche desiderate, a mezzo di bagno anodico o verniciatura a polvere o elettrocolore, sia in monocolore (oro, bronzo, argento), sia in tinte RAL, sia in emulazione di materiali (p.es., venature legno);
  • minima manutenzione e facilità di pulizia.
        Purtroppo, l'alluminio, al pari di ogni altro metallo, è un conduttore termico, per cui, per poterlo utilizzare nella realizzazione di infissi esterni con adeguato grado di isolamento termoacustico, è necessario adottare un'adeguata progettazione dei telai, ricorrendo alla tecnica del taglio termico. Il taglio termico è un metodo di produzione che avviene inserendo tra la parte interna e quella esterna del trafilato, un listello di policarbonato o di un materiale simile per caratteristiche fisiche, che funge da barriera al passaggio di calore e rumore.
Infissi in legno-alluminio ed alluminio-legno
        Per incrementare i parametri di isolamento termico degli infissi in alluminio e per dare maggior robustezza agli infissi in legno, si combinano le caratteristiche peculiari dei singoli materiali, sopra citate, e si crea l'infisso in legno-alluminio, di indubbio pregio tecnico e tecnologico, specie se abbinato ad adeguate vetrate isolanti "evolute", per la realizzazione di finestre e portafinestre.
        A seconda della "struttura portante" e della "struttura rivestente", l'infisso può essere in legno-alluminio (con telaio portante in legno, mentre l'alluminio assurge a sola funzione di rivestimento esterno) o alluminio-legno (telaio portante in alluminio, mentre il legno assuerge a sola funzione di rivestimento interno), connettendo le due parti a mezzo tassellature o resine.
        Naturalmente, è possibile scegliere il colore dell'alluminio esterno e l'essenza del legno interno, con ampie possibilità di personalizzazione dell'infisso, sia dal punto di vista estetico, sia in base al budget disponibile.
Finestra in Legno - Alluminio
Finestra in Alluminio - Legno
Infissi in ferro
        Gli infissi in ferro trovano utilizzo sostanzialmente per moivi di sicurezza. Nella fattispecie, il ferro è utilizzato per la realizzazione di:
  • persiane esterne blindate;
  • porte d'ingresso blindate o corazzate;
  • porte d'accesso a locali di servizio o secondari (tipicamente caratterizzate da telaio estruso e pannellature in lamina);
  • porte d'accesso a garages o box;
  • serrande metalliche a scorrimento laterale o verticale, con riunione a pacchetto delle bande o ad avvolgimento intorno a rullo.
        In tutti i casi, bisogna sempre tener presente il coefficiente di dilatazione termica del ferro, per cui và adeguatamente il "giogo" di binari, telai, ecc, altrimenti, se insufficiente, nei periodi estivi, specie con insolazione diretta, l'infisso potrebbe avere molta difficoltà ad essere aperto ochiuso, o potrebbe bloccarsi del tutto.
Infissi in PVC
        Gli infissi in PVC (polivinile di cloruro) sono realizzati con profilati in PVC antiurto, prodotti per estrusione, di sezione e forma analoga a quelli di alluminio. I profilati sono  uniti tra loro mediante saldatura a caldo, mentre gli accessori vengono applicati con viti autofilettanti in acciaio.
        Le caratteristiche di questa tipologia di infissi sono enormemente variabili. Sul mercato sono infatti presenti marche dalla qualità davvero bassa, mentre molte note marche - soprattutto tedesche - producono finestre in Pvc che rappresentano in assoluto il top del mercato. Tra le peculiarità comunque, vanno citate:
  • ottimo isolamento termo-acustico, soprattutto nei modelli con più camere isolate fra di loro;
  • manutenzione estremamente ridotta, che li rende ideali anche per ambienti più estremi, come appunto le località costiere o di montagna con grandi escursioni termiche;
  • possibilità di realizzare profili in PVC armati con barre d'acciaio anti-intrusione e con rostri sui quattro lati, ai fini della sicurezza.
        Gli infissi in ferro vanno adeguatamente protetti, a mezzo idonea verniciatura, dall'ossidazione e dalla ruggine, adempiendo a riverniciatura ogni 2/4 anni a seconda dei casi ed intervenendo istantanemanete in caso di "sbeccamento" della vernice e/o presenza di punti di ruggine.
        L'estetica delle finestre in Pvc non è forse elegante come nel caso delle finestre in legno, ma molti modelli con finitura tipo legno hanno una qualità davvero eccellente, e solo osservandole molto da vicino si può notare la differenza con il legno naturale: infatti, il pvc può essere rifinito in diversi modi, per goffratura o per verniciatura o addirittura con pellicole acriliche che gli conferiscono, appunto, un aspetto simile al legno.
5
6
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
Condividi su Facebook
Condividi questa pagina
Aggiungici ai tuoi contatti