La Spugnatura
        La spugnatura è una tecnica di decorazione tra le più facili e veloci da eseguire: si tratta di intingere una normale spugna nel bidoncino della tinta e tamponarla sulla parete, creando delle ombreggiature di diverse tonalità che ricordano un ambiente marino o una nuvola.
        Nella spugnatura, la miscela si applica con una "spugna marina", dotata di numerose cavità in cui si deposita la pittura. Considerata la rapidità con cui è possibile trattare ampie superfici, è una tecnica soddisfacente per chi ha fretta ed è alle prime armi.
        La spugnatura può essere eseguita tono su tono, su parete bianca o su parete colorata, con uno o più colori. Se si desidera un effetto più sobrio e visibile solo in controluce, si può optare per il primo metodo, utilizzando per la spugnatura una pittura di qualche tono leggermente più chiaro o più scuro di quella di base. Se si desidera un effetto più forte, giovanile e deciso si può scegliere di effettuare la spugnatura su parete bianca o colorata, utilizzando uno o più colori completamente diversi da quelli delle superfici su cui si va ad intervenire. Il colore dominante sarà quello dato per ultimo. 
        Nella tecnica della spugnatura esistono due lavorazioni: a mettere e a levare. Entrambe creano una gamma infinita di effetti a seconda del tipo di spugna e della combinazione di colore; diverse variazioni possono anche essere ottenute variando la pressione della spugna, oppure tamponando più di un colore su precedenti spugnature asciutte.
        E' consigliabile scostarsi di tanto in tanto dalla parete ed osservare il lavoro a distanza. Completare sempre l'intera parte, evitando di sospendere il lavoro per non incorrere in problemi di giunte. Prima di iniziare, ammorbidire la spugna, immergendola in acqua pulita e strizzandola.

Spugnatura a mettere
    1)    Applicare un fissante acrilico e farlo asciugare. Applicare due mani della tinta di base e far asciugare. Utilizzare un'emulsione per effettuare la spugnatura o, alternativamente, una pittura vinilica satinata nel caso si opti per vernice trasparente a olio colorata. Per eseguire la spugnatura a mettere, versare la pittura in una vaschetta e immergervici la spugna.

    2)     Picchiettare sulla parete con la spugna: l'effetto deve essere abbastanza uniforme, ovvero, se si desidera un effetto meno ordinato, il movimento và variato. E' possibile aumentare l'intensità dell'effetto rieseguendo la spugnatura con un altro colore, sovrapposto parzialmente a quello già applicato, stendendo per primo il colore più scuro e ripetendo la stessa operazione di spugnatura con il secondo colore appena il primo si è asciugato.
1
2
Spugnatura a levare
    1)    Applicare un fissante acrilico e farlo asciugare. Applicare due mani della tinta di base e far asciugare. Stendere l'emulsione, la pittura vinilica o la vernice trasparente colorata (a seconda di ciò che si vuol usare) con il pennello o con il rullo in un sottile strato uniforme. Per far sì rimanga fresca, lavorare su aree di 1 mq per volta.
    2)     Picchiettare con la spugna; quando la spugna è impregnata di colore, va lavata e strizzata. Ovvero, in caso di vernice, immergere la spugna nell'acquaragia e strizzarla bene. Premerla sulla parete, asportando, così, un pò di vernice.
1
2
La Patinatura
        La patinatura consiste in uno schema decorativo ottenibile con un comune pennello, con cui si rimuove l'impregnante che viene steso, in modo da creare l'effetto di un intreccio concatenato come quello di un canestro. Per la patinatura si prestano meglio i colori naturali, i rosa sporchi e i colori cosiddetti "fangosi". Un consiglio: per prudenza è bene fare delle prove su un pezzo di cartone prima di iniziare a lavorare sulla parete.
    1)    Preparare la parete da "velare" con il fissante acrilico. Lasciare asciugare. Applicare due mani di tinta colorata di fondo. A superficie asciutta, stendere con pennello l'impregnante (a solvente o all'acqua), tracciando dei piccoli segni in senso incrociato. Si procede alternando in senso incrociato le pennellate.
    2)     Per uniformare l'effetto ed ammorbidire i contrasti, a prodotto ancora fresco, si può passare leggermente con straccio a "levare" sulle pennellate.

1
2
Il colore a Calce
        L'effetto colore a calce è semplice da realizzare ed elegantissimo. L'effetto colore a calce si ottiene stendendo sulla parete una base chiara e applicando una tinta di colore diverso in modo irregolare: a tratti si intravederà il colore sottostante.
    1)    Stendere la base e farla asciugare. Preparare il colore con una parte di emulsione opaca e 4 parti di vernice trasparente, tenendo presente che per due mani su 3 mq è sufficiente 1 litro di tinta.

    2)     Stendere la prima mano di colore con pennellate irregolari: il pennello dovrà essere utilizzato fino a quando sarà completamente scarico di vernice.
1
4
   3)    Rompere il colore picchiettando con la punta delle setole. Ripetere le operazioni del punto 2 e rompere di nuovo il colore.

    4)     Appena la seconda mano è asciutta, applicare una vernice opaca chiara: la superficie sarà lavabile e più resistente.
2
3
fonte: Leroy Merlin
Cerca subito la parola
Come pitturare le pareti
6: Spugnatura, Patinatura, Colore a calce
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
Per le altre schede, clicca sui seguenti pulsanti numerati
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
Condividi su Facebook
Condividi questa pagina
Aggiungici ai tuoi contatti