La scelta di una specie legnosa è dettata dal gusto personale, ma occorre considerare la funzione del locale in cui si posa il parquet.
        Nel bagno o in cucina, dove vi è molta umidità, il parquet non può andare posato flottante ma solo incollato. Legni adatti sono il Merbau, il doussiè africa, il rovere , il Teak e l'iroko, usati anche per i bordi delle piscine e per i mobili da giardino, perché sono dei legni che non si modificano per il caldo o l'umidità.
        In cucina si può anche utilizzare un legno più duro, come il Padouk. In piccoli ambienti è preferibile usare formati piccoli perché la superficie calpestabile è ridotta e il disegno non si vede. In ogni caso è importante la verniciatura del parquet, se la vernice è fatta a regola d’arte e chiude tutti i pori del legno può utilizzarsi qualsiasi essenza per qualsiasi ambiente.
Per le altre schede, clicca sui seguenti pulsanti numerati
Il Parquet
4: Principali tipi di Essenze
Ecco alcuni consigli per la scelta:

  • Al momento di decidere l'essenza è bene ricordare che il legno, a contatto con la luce, si ossida e cambia colore; in genere tende a diventare più scuro, ma nel caso del teak schiarisce.
  • Negli ambienti poco luminosi sono preferibili le essenze chiare.
  • Se l'abitazione è provvista di riscaldamento a pavimento, meglio scegliere il prefinito per il basso spessore e le doti di stabilità: caratteristiche che ne permettono la posa su ogni sottofondo.
  • Doussie, Iroko, Merbau, Teak Asia sono specie legnose più idonee per l'utilizzo anche in bagni, cucine e in presenza di riscaldamento a pavimento. Una buona verniciatura o più mani della stessa permettono tuttavia di scegliere tutte le essenze.
  • Cabreuva, Mutenye, Olivo sono legni che maggiormente evidenziano i cromatismi naturali del legno.
  • Eventuali macchie di colore create dalla presenza di tappeti ed altri oggetti, tendono a scomparire quando il pavimento viene esposto a luce ed aria.
  • Se sul legno tradizionale sono presenti infiltrazioni di silice (macchie bianche) esse scompaiono con una vernice all’acqua, la loro presenza in maggiore o minore quantità dipende dal tipo di essenza (il doussie africa spesso ne abbonda).
  • Durante l’ossidazione del Doussiè, possono accentuarsi, anche marcatamente, differenze cromatiche tra i singoli elementi.
  • Il Teak, al momento della posa, si presenta con forti stonalizzazioni nerastre che, con l'ossidazione, tendono a scomparire.
  • In alcuni legni (Iroko, Doussiè, Merbau, Panga-Panga, Wengè) possono essere presenti altre micro-concrezioni minerali di colorazione variabile dal biancastro al giallo limone.
        Di seguito, riportiamo le principali tipologie di essenza. Naturalmente, la lista non è esaustiva. Inoltre, in essa non sono state indicate le essenze realizzate ad-hoc riproducenti un qualunque tipo di disegno (p.es.: ci son parquet che riproducono articoli di giornale, dollari, euro, tendaggi, oggetti vari, vari cromatismi, ecc...)
Abete
Acacia evaporata
Acero
Acero canadese
Acero europeo
Afrormosia
Afrormosia
Arura Vermelho
Cabreuva Dorada
Cabreuva Incienso
Castagno
Cherry Lam
Ciliegio
Ciliegio Americano
Ciliegio Antico
Cupiuba Mitengo
Doussiè
Faggio Crudo
Faggio Evaporato
Frassino
Frassino Bianco
Holmes
Ipè Lapacho
Iroko
Jatoba
Larice
Larice Anticato
Larice Bianco
Makore
Merbau
Mogano
Molveno
Muirapiranga
Mutenye
Noce
Noce Americano
Noce Schiffsboden
Olivo Scuro
Olivo
Ontano
Padouk
Panga Panga
Pero
Ribbon
Rovere
Rovere Affumicato
Rovere Sbiancato
Rovere Titanio
Strip
Sucupira Preto
Sughero
Tatajuba
Teak
Thermo Frassino 190
Thermo Frassino 212
Wengè
        Solitamente, poi, non si cambia il tipo di posa e la specie legnosa tra la zona giorno e la zona notte.

        Le varietà Il parquet offre un'infinita varietà di toni, che vanno dal chiarissimo acero d'ispirazione nordica allo scuro wengè o merbau, decisamente di tendenza. Le varianti cromatiche vengono poi ampliate dal gioco delle venature, molto evidente per esempio nell'olivo. Al momento della scelta, oltre a variabili soggettive come il colore, il formato e il disegno di posa, è bene valutare anche caratteristiche tecniche come la stabilità e la durezza, nelle quali eccellono rovere, iroko, cabreuva, doussiè, merbau, teak e afrormosia.
1
2
3
4
5
6
7
8
Cerca subito la parola
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
Condividi su Facebook
Condividi questa pagina
Aggiungici ai tuoi contatti