L'ideale sarebbe posizionare l'oggetto da sverniciare in modo sicuro e in piano: p.es., in caso di una porta, finestra o di un pannello, dovrebbero essere utilizzati due cavalletti o degli appoggi solidi. Piccoli oggetti, invece, possono essere collocati su un tavolo, preventivamente coperto con un telo di plastica.
    3)    Alcuni tipi di pistole sono dotate di un attacco particolare, che consente di riscaldare e raschiare la vernice facendo un unico movimento. Altre, invece, sono munite di deflettori per tenere il calore lontano dalle superfici delicate (per esempio, i vetri delle finestre).




        Sul legno può capitare che la vernice si sfaldi, si screpoli od ostacoli con il suo spessore la chiusura degli infissi. Prima di lavare e decorare il legno è quindi opportuno sverniciarlo completamente. Il modo migliore per sverniciarlo è quello di utilizzare un prodotto apposito o una pistola a caldo.

Sverniciare con i prodotti chimici
        Gli sverniciatori chimici, che sono disponibili sotto forma di gel, pasta o liquido. A seconda del tipo di sverniciatore, può non essere sufficiente una singola passata: alcune marche richiedono infatti una seconda applicazione. Non vanno diluiti.
3: Sverniciare il legno
Cerca subito la parola
        Il prodotto per sverniciare ha bisogno di un tempo d'azione nè troppo lungo nè troppo corto in quanto, se si attendesse troppo tempo prima di iniziare a rimuoverlo (insieme alla vernice), esso si seccherebbe e indurirebbe, mentre, rimuovendolo troppo presto, non gli si darebbe tempo sufficiente per sciogliere la vernice. Per questo è importantissimo non applicare lo sverniciatore sotto la luce diretta del sole oppure in presenza di vento ma è altrettanto necessario lavorare in un ambiente areato per non respirarne i vapori. L'ideale sarebbe all'aperto, sotto una copertura, in una giornata senza vento.
        Prima di procedere con la sverniciatura dell'oggetto ligneo, bisogna togliere o proteggere tutto ciò che non dev'essere sverniciato, nonchè tutte le altre superfici, in modo che non vengano corrose dal prodotto chimico.
Esecuzione
    1)    Se non fosse possibile togliere l'oggetto da sverniciare (p.es., una porta), bisognerà innanzitutto proteggere accuratamente il pavimento, usando un foglio di compensato o legno precompresso, o diversi strati di carta di giornale. Fatto ciò, si potrà procedere a stendere lo sverniciatore, magari usando un vecchio pennello. Si evidenzia, a tal riguardo, che lo sverniciatore NON và steso in modo "fine" come quando si pittura! Infatti, esso và applicato lasciandone uno strato spesso qualche millimetro, altrimenti si seccherà subito e non agirà sulla vernice.
1
4
2
3
    2)    Facendo riferimento alle istruzioni indicate sul prodotto, valutare il tempo di posa dello sverniciatore per lasciarlo correttamente agire. Eventualmente, si può coprire l'oggetto trattato con un telo di plastica in modo da non far asciugare il prodotto e prolungarne l'effetto. La vernice inizierà pian piano a riempirsi di bolle e il prodotto cambierà di colore. Quando la vernice si è ammorbidita, procedere alla rimozione utilizzando un raschietto largo. Prestare molta attenzione a non rovinare il legno. Se la vernice non fosse sufficientemente ammorbidità, bisognerà attendere ulteriormente che lo sverniciatore agisca, oppure se ne dovrà eseguire un'altra passata.
    3)    Per eliminare la vernice dalle modanature, dagli angoli, dagli incavi e da altre zone difficili, utilizzare una paglietta d'acciao, o degli spazzolini metallici in ottone o in fibre sintetiche come quelli per i denti, o la parte più adatta del raschietto a lama triangolare, facendolo scorrere lungo la superficie interessata.
    4)    Terminata l'asportazione della vernice, togliere lo sverniciatore in eccesso. Se si è utilizzato uno sverniciatore al gel, se ne può togliere l'eccesso utilizzando un pennello con acqua calda insaponata per spazzare via energicamente il prodotto o, ancor meglio, adoprando uno specifico detergente. Se, invece, è stato utilizzato uno sverniciatore liquido, l'eccesso si eliminerà per mezzo di una paglietta in lana d'acciaio imbevuta di acquaragia, pulendo il legno con movimenti alternati nel rispetto delle venature del legno. Se rimane ancora della vernice, utilizzare il bordo piegato di un pezzo di carta abrasiva a grana media.
Sverniciare con una pistola a caldo
        La pistola a caldo, che è una sorta di phon molto potente con ugelli di metallo, è lo strumento più utile e veloce per sverniciare il legno: attenzione però a osservare sempre attentamente le opportune norme di sicurezza: non mettere mai le mani davanti all'uscita dell'aria e spegnere l'apparecchio quando non lo si utilizza.
        Il principio di funzionamento di questo metodo di sverniciatura è basato sulla diversa dilatazione termica della vernice (investita dal calore della pistola termica) rispetto allo strato su cui è applicata, facilitandone il distacco.
        Come già detto per la sverniciatura con prodotto chimico, prima di iniziare bisogna sempre proteggere le altre superfici su cui non si deve intervenire. Inoltre, bisogna adeguatamente proteggere il pavimento usando un foglio di compensato.
Esecuzione
    1)    Accendere la pistola, prestando molta attenzione al flusso di aria calda emesso. Per rimuovere la vernice, tenere l'apparecchio a una distanza di 5 cm, fino a quando non si formeranno delle bolle.
1
4
2
3
    2)    Con un raschietto a lama triangolare, eliminare la vernice ammorbidita prima che si raffreddi. Tenere la pistola vicina alla superficie di lavoro, senza però concentrate il calore su un unico punto, altrimenti si potrebbe causare la bruciatura del legno: la pistola dovrà essere fatta scorrere, uniformemente, lungo tutta la superficie.
    4)    Dopo aver sverniciato l'intera superficie con la pistola, poichè rimarranno diverse tracce, sarà necessario rimuoverle con carta abrasiva a grana media piegata, strofinando fino ad ottenere una superficie liscia e pulita.
    fonte: Leroy Merlin
1
2
3
4
5
6
7
8
9
Come verniciare legno e ferro
Per le altre schede, clicca sui seguenti pulsanti numerati
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
Condividi su Facebook
Condividi questa pagina
Aggiungici ai tuoi contatti