Il vetromattone
Per le altre schede, clicca sui seguenti pulsanti numerati
1
2
3
4
3: Parete in vetromattone a secco
Cerca subito la parola
        In questa pagina descriviamo la tecnica per la posa in opera a secco di vetromattoni "Pegasus-Posavelox" della Seves Glass Block:. Esso consente anche ai meno esperti di installare pareti a tutto vetro in modo facile e rapido, preciso ed economico. È inoltre, un sistema pulito perchè non richiede l’uso di malta cementizia.
Posa in opera
1. Forare la lista perimetrale di base e il pavimento partendo da circa 10 cm dal montante, con fori intermedi a circa 50 cm l'uno dall'altro. Inserire i tasselli a espansione nel pavimento.

2. Controllare che la base sia perfettamente in piano, altrimenti intervenire con piallatura o spessori idonei (cunei o tagliole di legno). Spalmare la colla su tutta la faccia inferiore della lista perimetrale (quella che andrà a contatto con il pavimento), inserire le viti con testa svasata nei fori ed avvitare.
3. Ripetere le stesse operazioni per il montante.


4. Spalmare di colla (poliacetovinilica bianca) i lati del vetro Posavelox, che andranno a toccare base e montante
5. Posizionare il vetro Posavelox sulla base e spingere fino ad "incastrarlo" nel montante, per fare ben aderire le superfici.


6. Inserire la prima croce.
7. Unire il primo ed il secondo vetro Posavelox aumentando l'adesione fra i due con punti metallici applicati a ponte sul giunto (operazione consigliata sopratutto per grandi superfici) ed inserire l'altra croce. Spalmare la colla sui lati dei vetri Posavelox che andranno a toccarsi, nonché sulla corrispondente zona d'appoggio.
8. Posizionare il vetro Posavelox sulla base e spingere fino a toccare il precedente, per far ben aderire le superfici. Ripetere l'operazione fino a completamento della prima fila e verificare con la bolla, correggendo le eventuali imprecisioni. Terminata la seconda fila, unire i vetri Posavelox finali con i punti metallici anche in verticale (operazione consigliata sopratutto per grandi superfici).
Ripetere le operazioni 4 – 5 – 6 - 7 - 8 per tutti i vetri Posavelox successivi e cioè:
- spalmare di colla i lati del vetro Posavelox che andranno a toccare le corrispondenti zone di appoggio inferiore e laterale;
- posizionare il vetro Posavelox su quello inferiore e spingere fino a toccare il vetro Posavelox adiacente;
- inserire la prima croce;
- unire i vetri Posavelox “sparando” i punti metallici con la puntatrice ed inserire la seconda croce;
- spalmare la colla sui lati dei vetri Posavelox che andranno a toccarsi, nonché sulla corrispondente zona d'appoggio;
- posizionare il vetro Posavelox su quello inferiore e spingere fino a toccare quello adiacente.
9. Terminata la fila (e terminate tutte le altre file), unire i vetri Posavelox finali con i punti metallici in verticale (operazione consigliata soprattutto per grandi superfici).
Fase di INSTALLAZIONE
Fase di FINITURA
        Terminata la parete occorre procedere alla stuccatura e finitura delle fughe e al posizionamento di montanti e battiscopa.
10. I mattoni in vetro Pegasus permettono di realizzare giunti ridotti fino a 2 mm, praticamente invisibili. Le fughe possono essere più facilmente riempite con sigillanti, eliminando l’uso della malta.

Soluzioni diverse sono possibili con l’applicazione di sigillanti:
- poliuretanici (per tutti gli ambienti);
- siliconici (per zone esposte all’acqua);
- a base acrilica (per zone non esposte all’acqua).
Caratteristiche essenziali del sigillante:
- resistenza all’acqua calda e ai prodotti per la pulizia;
- insensibilità alla muffa;
- stabilità dei colori.
11. Impastare la malta speciale (riempitivo cementizio) aiutandosi con l’apposita pala mescolatrice, applicata sul trapano a velocità regolabile, usando acqua nella quantità necessaria per l’uso della malta in verticale (minor quantità di acqua rispetto a quella indicata per fughe in orizzontale). Si raccomanda di controllare le indicazioni d’uso del fabbricante. Applicare accuratamente con le apposite spatole o frattazzi in gomma. Riempire le fughe con la malta speciale del colore desiderato fino a pareggiare la superficie del vetro. Spugnare le linee di fuga a indurimento avvenuto.

Attenzione: se la pulizia avviene troppo presto, le fughe potrebbero essere parzialmente svuotate; se troppo tardi potrebbe non bastare una pulizia con spugna ed una pulizia meccanica potrebbe compromettere la superficie del vetro.
12. Pulire con un panno umido la superficie del vetro quando la malta è asciutta ma non ancora indurita, rifinendo con appositi prodotti.

• Prendere l'esatta misura dei montanti e dello zoccolino, tracciare i tagli a 45° e segare.
• Spalmare la colla sulle superfici interessate.
• Posizionare e fissare con qualche chiodo senza testa.
• Prendere l'esatta misura delle cornici ad "U", tracciare i tagli a 45° per l'eventuale esecuzione di angoli e segare.
• Spalmare la colla sulla superficie del montante e su quella interna della cornice ad "U"
• Posizionare e fissare con qualche chiodo senza testa.
• Spugnare le linee di fuga a indurimento avvenuto.
        I vetri "Pegasus-Posavelox" sono inseriti in una cornice di legno che permette, con semplici accorgimenti, di unire tra loro gli elementi con l’uso di una colla acetovinilica forte.
        Con questo sistema si possono costruire pareti divisorie solide e trasparenti, lineari o curve, di notevole effetto estetico, nelle dimensioni desiderate. Il sistema, permette, inoltre, di simulare sul posto la costruzione della parete, quando le dimensioni lo consentono, incastrando “a secco” i mattoni di vetro, così da poter valutare la resa estetica e le eventuali variazioni.
        Non richiede obbligatoriamente l’applicazione di malta di finitura: la ridotta dimensione della fuga consente infatti di ottenere ottimi risultati con l’uso di un comune sigillante, senza tempi di attesa per l’essicazione.
Soluzioni dei problemi di installazione
Pareti soggette a umidità
1. Utilizzo di lista in PVC
2. Le fughe devono essere riempite perfettamente per non permettere la penetrazione di umidità o acqua.
3. Utilizzare gli accessori in alluminio anodizzato o preverniciato normalmente impiegati in simili situazioni avendo cura di applicarli con il loro apposito sigillante.
4. Lo zoccolo puo’ essere in plastica, metallo, ceramica, marmo o dello stesso materiale impermeabile usato per la fugatura.
5. Finire ripassando i protettivi impregnanti idrorepellenti sulle finiture delle fughe.
Riempimenti dei vuoti sui bordi
        Gli spazi che possono rimanere tra il pannello in Posavelox e la struttura possono essere riempiti nei seguenti modi alternativi, da scegliere secondo le specifiche esigenze:
1. con la lista perimetrale per gli spazi che sono di 2 cm, 4 cm, 6 cm, 8 cm;
2. tamponando con legno e riempiendo gli spazi rimanenti con la schiuma poliuretanica;
3. usando gli elementi di cls cellulare autoclavato di facile lavorazione;
4. riempiendo i piccoli spazi con lo stesso materiale di finitura.
Riempimenti dei vuoti sui bordi
        Si consiglia di fissare una rete di nylon o di ferro fine sul legno, prima di passare alla fugatura, per i giunti o i bordi più larghi di 3 cm. La rete puo’ essere fissata sul legno con dei chiodini.
Accessori per la posa in opera
- Lista perimetrale in legno (5,7 x 6 x 150 cm) da utilizzarsi sia come base o come montante, preforata per il fissaggio alle strutture perimetrali e sovrapponibile tramite le opportune maschiature.
- Kit in PVC: comprendente liste in legno rivestite in PVC (utilizzabili in alternativa alle liste perimetrali) per installazioni in esterni e in ambienti ad alto tasso di umidità. Dimensione liste: 8x6x300 cm o 8x2x300 cm
- Kit di finitura: comprendente cornici ad “U” in legno grezzo (8x2,6x300 cm) per terminare la parete a bandiera; e battiscopa in legno grezzo (1,1x6x300 cm). Detti materiali devono essere utilizzati insieme alle liste perimetrali.
- Croci allineatrici: da inserire tra i mattoni.
- Astine in ferro: utilizzabili in alternativa alle liste perimetrali, sono consigliate in presenza di ampie superfici (superiori a 6 mq.) per unire saldamente il modulo Pegasus-Posavelox alla parete di appoggio. Dimensione  astine: Ø 0,6x15 cm.
- Distanziatori per pareti curve: in legno grezzo per, curvature di 50,100,150 o 200 cm.
- Finitura per fughe: è un riempitivo cementizio a presa rapida, resistente all’acqua e all’umidità. Disponibile in 2 versioni (bianco e grigio) in confezione da 5 kg.
fonte: Seves Glass Block (VetroArredo / Pegasus)
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
.....in costruzione.....
Condividi su Facebook
Condividi questa pagina
Aggiungici ai tuoi contatti